Accettazione di Bitcoin formula: Abbiamo (ancora) bisogno di un’applicazione killer?

Tra killer app e scetticismo: Di cosa ha realmente bisogno per l’accettazione della crittografia.
Di Dr. Philipp Giese

Con gli articoli a volte è come con i processi di fermentazione: qualcosa deve fermentare per poterlo terminare. Che sia buono, come per i vini, Cole-Slaw o Pruno, il gusto dell’uomo è un regno dei cieli.

Ad ogni modo, ho meditato su questo articolo da Bitcoin formula

Si sente parlare molto di una “killer app”, di cui avrebbe bisogno per l’accettazione di Bitcoin formula. La grandiosa Bitcoin formula applicazione, Facebook, Google, Google, Uber e iTunes Music Store, che sconvolgerebbe il sistema monetario.

E così grandioso non solo è previsto, ma anche realizzato. Sono successe molte cose grandiose; grazie a Bitwala e ad altre aziende possiamo pagare alle normali casse con Bitcoin e altre valute criptate, grazie a varie aziende i fornitori di e-commerce possono facilmente accettare Bitcoin e altre valute criptate, e grazie a Bitwage posso anche convertire il mio stipendio – o parte di esso – direttamente a Bitcoin.

Così posso ricevere Bitcoin come salario, pagare con Bitcoin al registratore di cassa e come azienda posso attaccare un banner “Bitcoin accettato qui” sul sito web o sulla porta del negozio con poco sforzo e senza bugie. Tutto questo è fantastico, per cui si possono ringraziare solo le aziende come quelle citate sopra e molte altre.

La domanda che pongo è: “Di cos’altro ha bisogno? Abbiamo davvero (ancora) bisogno di un’applicazione killer che abbassa drasticamente la curva di apprendimento? Sono le persone (tedesche) che semplicemente non sono innovative o disposte a rischiare abbastanza per Bitcoin e altre valute digitali?

Perché dovrei usare valute criptate?

Qui un breve ondeggiamento dalla mia vita: Recentemente ero seduto in una conferenza che spiegava Bitcoin agli imprenditori. Personalmente – forse non un massimalista dei Bitcoin, ma un appassionato che sacrifica la maggior parte del suo tempo libero per la catena di blocchi – la conferenza mi è piaciuta abbastanza bene. Si è parlato di transazioni finanziarie senza intermediari, di trasparenza e pseudonimo, di transazioni istantanee (se nascondiamo le conferme) – va bene!

Una delle prime domande è stata posta da un consulente accanto a me che sostiene le medie imprese in progetti innovativi. La domanda era semplicemente perché una media impresa dovrebbe accettare o pagare pagamenti Bitcoin.

La risposta non è stata affatto sbagliata: le transazioni a livello mondiale, anche in direzione dei paesi in via di sviluppo ed emergenti, sono decisamente sensate. Tali operazioni, che possono essere effettuate indipendentemente dallo status delle rispettive banche, erano destinate alle medie imprese con relazioni commerciali con la Grecia all’epoca della crisi, che le ha aiutate a risparmiare denaro dal caos del paese!

Tuttavia – è sufficiente come argomento di discussione? Qual è un argomento a favore dell’uso di Bitcoin, DASH e altre valute criptate, il cui caso di utilizzo è principalmente quello del denaro, per i consumatori Otto-Normali? O ancora più severo: che cosa è anche un argomento a favore di commercianti, minatori, operatori di masternode e HODLers tra di noi per utilizzare Bitcoin come denaro normale?

Non so voi, ma in tempi rialzisti ho difficoltà a spendere il mio Bitcoin salvato per un hamburger o un caffè. Sì, sono un avaro, un sacco di merda orientato al profitto!

Non credo di essere solo in questo, però. In questo senso, anche per noi appassionati, alcuni dei quali hanno investito ingenti somme in Bitcoin, la questione alla fine sorge ancora di più che per i normali consumatori Otto.

Certo, posso investire in Bitcoin e in altre valute digitali. Bitcoin è dopo tutto l’oro digitale e gli eventi come il Venezuela dimostrano che questo ha un suo peso. Ma alla fine questo non è un uso come denaro, ma come copertura.